Prorogata scadenza voucher turistici a 24 mesi: si prolunga l’attesa dei clienti per i rimborsi

I voucher emessi da operatori turistici, compagnie aeree, navali e ferrovie dovevano scadere a Gennaio 2021 ma con il Decresto Sostegni approvato ieri vengono posticipati a Luglio 2022: una notizia infelice per i clienti che desideravano avere il rimborso e per tutte le Agenzie Viaggi che avevano contestato questa decisione.

Più tempo per utilizzare i voucher per i viaggi saltati causa Covid: le commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno votato positivamente l’emendamento al decreto Sostegni che proroga di sei mesi – da 18 mesi a due anni – la durata dei voucher emessi per voli, biglietti dei treni, soggiorni in strutture ricettive, pacchetti turistici ma anche per gite scolastiche e viaggi di istruzione – compreso il quarto anno all’estero per gli studenti delle scuole superiori. Una federazione di Agenzie Viaggi ha chiesto al Ministero di considerare la possibilità di cedere il credito dei voucher alle stesse Agenzie in modo che possano rimborsare prima i clienti che desiderano riavere indietro i loro soldi, ma al momento il Ministero non ha dato alcun cenno di riscontro in merito a questa opzione. Resta fermo il rimborso al termine dei 24 mesi se il voucher rimane inutilizzato.

La nostra Agenzia fin da inizio pandemia ha sempre manifestato la sua contrarietà all’utilizzo dei voucher in sostituzione del rimborso, infatti per tutti i viaggi cancellati per Covid in cui New Travel Group era organizzatore abbiamo rimborsato il 100% a tutti i clienti. Solamente per le prenotazioni dove figuriamo come intermediari siamo stati costretti, per legge, a girare ai clienti il voucher emesso dal Tour Operator/compagnia aerea.