Nuovo Dpcm in vigore dal 7 settembre: aggiornamento settore turismo

Con l’ultimo Dpcm sono prorogate fino al 30 settembre le ordinanze in vigore dal 7 agosto: tampone obbligatorio per chi rientra dai Paesi considerati a rischio (Spagna, Malta, Grecia e Croazia) e quarantena per chi arriva da Romania e Bulgaria; confermato anche il divieto di ingresso dagli Stati inseriti nella black list: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia, Montenegro e Kosovo; confermato l’obbligo di mascherina al chiuso e all’aperto se non può essere garantita la distanza di un metro tra le persone. Per quanto riguarda la capienza dei mezzi pubblici è stato fissato il riempimento all’80% di autobus, metropolitane e treni regionali, a patto che a bordo venga garantito il ricambio dell’aria.  

È consentito da oggi il ricongiungimento delle coppie a livello internazionale. Chi si trova all’estero ora potrà entrare in Italia per raggiungere «la persona con cui ha una stabile relazione affettiva, anche se non convivente». Fino ad oggi, è bene ricordarlo, l’ingresso e il transito nel territorio nazionale era consentito solamente per le seguenti ragioni: esigenze lavorative; assoluta urgenza; esigenze di salute; esigenze di studio; rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.

Per qualsiasi tipo di spostamento vi invitiamo a visionare il questionario COVID-19 sul sito http://www.viaggiaresicuri.it/

https://infocovid.viaggiaresicuri.it/